Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

(DGAR) Quest’anno ci sono 40 titoli disponibili nella Sala Virtuale Verdi e sulla piattaforma FilminCAT e il festival include un ciclo di pellicole su ecologia e spiritualità. La XVII Mostra del Cinema Spirituale di Catalogna si terrà dal 15 al 30 novembre con un cartellone di 63 film che si potranno vedere nelle sale e on line. Complessivamente sono previste più di un centinaio di proiezioni in una quarantina di cinema di 17 città di tutta la Catalogna.

Tra i film in programma “El jove Ahmed” (Il giovane Ahmed) dei fratelli Dardenne, che affronta il tema del radicalismo religioso e apre porte al dialogo; “El pa de la guerra” (Il pane della guerra) di Nora Twomey, che denuncia la barbarie a cui sono sottoposte le bambine afghane; “The Farewell” (in italiano “Una bugia buona”) di Lulu Wang, sul dolore e i differenti modi che ha l’uomo di affrontarlo. La Mostra arriva anche quest’anno nei penitenziari e, per la prima volta, in tutti i centri educativi di giustizia minorile.

L’edizione di quest’anno della Mostra, che aderisce al Catalunya Film Festivals, si inserisce nel quadro di crisi sanitaria globale. Per questo, oltra all’abituale versione in presenza, ce ne sarà una on line attraverso la Sala Virtuale Verdi e la piattaforma FilminCAT.

La Mostra si affianca alla celebrazione del quinto anniversario dell’enciclica sociale ed ecologica “Laudato si’” di Papa Francesco, che auspica un mondo più fraterno e più sostenibile. Così il ciclo Ecologia e spiritualità, con la collaborazione di Justícia i Pau (Giustizia e Pace), proietta due documentari che condividono la riflessione su quale modello di pianeta vogliamo: “La sal de la Terra” (Il sale della Terra) di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado, una riflessione sulle disuguaglianze e gli interrogativi che ci si presentano come razza umana, e “Els espigoladors i l’espigoladora” (I mietitori e la mietitrice) di Agnès Varda, che fa riflettere sulla società dei consumi in cui viviamo.

Infine, la consigliera di Giustizia del Governo della Catalogna, Ester Capella, consegnerà il 26 novembre il III Premio del Cinema Spirituale, che viene assegnato dal 2018 a un regista che si sia contraddistinto per il suo impegno sociale attraverso i propri film.