Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

(Claretians) I missionari claretiani di tutto il mondo avranno lo sguardo puntato su Vic i prossimi 23 e 24 ottobre. Celebreranno la chiusura del 150º anniversario della morte del padre Claret e lo faranno nella casa madre della congregazione e nel tempio che conserva la sua tomba. L’evento clou sarà l’Eucarestia di sabato 24, che sarà presieduta dal cardinale claretiano Aquilino Bocos e concelebrata dal superiore generale Mathew Vattamattam, dal vescovo di Vic Romà Casanova, e dal provinciale della Provincia di San Paolo Ricard Costa-Jussà.

Tutti gli eventi saranno trasmessi dai canali di comunicazione della congregazione (youtube iClaret i Facebook live). E si potranno seguire in diretta, come le celebrazioni dell’inizio dell’anno commemorativo che si sono tenute in Cile, primo posto del continente americano dove si recarono i claretiani, proprio 150 anni fa. La partecipazione all’Eucarestia sarà aperta a tutti, tenendo sempre presenti le norme sull’affluenza consentita al momento.

Con questi eventi si ricorda la Pasqua di S. Antonio Maria Claret, fondatore dei missionari claretiani, morto il 24 ottobre 1870. La congregazione, malgrado le difficoltà della pandemia, lo ha celebrato lungo tutto l’anno, mettendo un accento speciale su diverse attività. Tra le altre, a gennaio il superiore generale ha fatto una speciale memoria dei martiri claretiani. La congregazione ha realizzato anche un film sulla vita di padre Claret, la cui prima è stata rinviata alla primavera del 2021 a causa del contesto sanitario.