Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

(CR) La “Messa del gallo” (così è chiamata popolarmente la Messa di Mezzanotte a Natale, ndt) piena al 70%. Le nuove misure approvate dal governo martedì, se saranno convalidate dal Tribunale Superiore di Giustizia della Catalogna, entreranno in vigore il 24 dicembre, a mezzanotte tra giovedì e venerdì, con una validità di 14 giorni.

È il nuovo pacchetto di misure per contenere l'espansione del COVID-19 in Catalogna, in aumento da giorni a causa, in parte, della crescita della variante Omicron del virus. In ambito religioso, il governo ha annunciato che la limitazione al 70% della capacità sarà applicata negli spazi chiusi a veglie funebri, funerali, eventi e servizi religiosi e altre cerimonie.

Le misure sono contemplate in una risoluzione che inviata al Tribunale Superiore di Giustizia della Catalogna questo mercoledì. Il governo insiste sulla necessità di continuare a mantenere le misure preventive di base contro il COVID-19, come l'uso corretto della mascherina, il mantenimento della distanza per quanto possibile e l'applicazione di misure igieniche e di ventilazione.

Martedì, il ministro della Giustizia, Lourdes Ciuró, ha informato le principali confessioni religiose della Catalogna. Lo ha fatto durante un incontro telematico con il GTER, il Gruppo di Lavoro Stabile sulle Religioni.

L'anno scorso, per queste date, le celebrazioni religiose della vigilia di Natale dovevano rispettare il coprifuoco, fissato alle 22, e la capienza era del 50%. Con il miglioramento della situazione sanitaria, a settembre, il governo ha revocato tutte le restrizioni che limitano diritti fondamentali come il diritto di riunione, manifestazione o libertà religiosa, comprese le restrizioni di affluenza ai centri di culto.