Salta al contenuto principale
Catalunya Religió
premi-tortuga-00
Fotografiaa: Mostra de Cinema Espiritual.
Galeria d'imatges

Mostra de Cinema Espiritual  Il Distretto Amministrativo di Barcellona ha ospitato giovedì scorso la cerimonia per l'anniversario della Mostra del Cinema Spirituale della Catalogna. La rassegna promossa dalla Direzione Generale degli Affari Religiosi del Governo ha festeggiato vent'anni con un evento incentrato sul talento e sulle giovani produzioni. È stata presentata anche l'edizione di quest'anno, che sarà focalizzata su povertà, politica e produzione catalana, con 90 proiezioni in 40 sale diverse in tutto il Paese. Collaboratori, organizzazioni e amici si sono riuniti nel Distretto Amministrativo nell’omaggio per ringraziare per un lavoro che ha reso realtà la rassegna del cinema spirituale negli ultimi vent'anni.

Durante la presentazione, il direttore dei contenuti della Mostra, Peio Sánchez, ha spiegato che quest'anno le proiezioni si concentreranno su due cicli principali: 'Spiritualità davanti alla povertà' e 'Le religioni e la situazione politica'. Riguardo al primo, Sánchez ha messo in evidenza film che mostrano "come le situazioni di povertà fungano da punti di svolta vitali e possano essere un motore spirituale". Attraverso il secondo ciclo, invece, si potranno vedere film in cui religione e politica "interagiscono e si supportano reciprocamente".

Il direttore degli Affari religiosi, Carles Armengol, ha affermato che i vent'anni della Mostra dimostrano che si tratta di "un progetto consolidato che si è diffuso sul territorio e che deve affrontare la sfida di mantenere e aumentare il pubblico per raggiungere alcuni luoghi dove non è ancora abbastanza presente”.

Us ha agradat poder llegir aquest article? Si voleu que en fem més, podeu fer una petita aportació a través de Bizum al número

Donatiu Bizum

o veure altres maneres d'ajudar Catalunya Religió i poder desgravar el donatiu.