Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

Galleria di immagini

(CR) Francesc Conesa Ferrer. Nuovo vescovo valenciano in Catalogna e nuovo vescovo di Minorca trasferito in Catalogna. Lunedì la Santa Sede ha annunciato la nomina del nuovo vescovo di Solsona in sostituzione di Xavier Novell, dopo le sue dimissioni lo scorso agosto. Una sostituzion rapida per i parametri ecclesiastici, portata avanti con molta discrezione per cercare di voltare pagina dopo le polemiche causate dall’ex vescovo Novell. La data di inizio del ministero episcopale nella diocesi di Solsona sarà sabato 12 marzo alle ore 11.

“L'ascolto del popolo di Dio ci aiuta a scoprire la necessità di riforma che ha la nostra Chiesa”, ha scritto Conesa nel suo primo messaggio pastorale alla sua diocesi. Un testo in cui indica la continuazione del sinodo come imminente sfida ecclesiale. “Sentiamo il bisogno di essere una Chiesa dalle porte aperte, più accogliente, più fedele al Vangelo, più semplice, con una forte esperienza di comunità e, allo stesso tempo, con la viva consapevolezza di essere missionaria, di mettersi in cammino per annunciare a tutti la Buona Novella di Gesù”, scrive nella lettera. Il nuovo vescovo sottolinea inoltre che "abbiamo bisogno gli uni degli altri perché solo insieme possiamo essere la Chiesa di Gesù".

Conesa prende atto della situazione a Solsona in seguito alle dimissioni di Novell: "Con dolore e smarrimento abbiamo vissuto la fase finale del ministero episcopale del mio predecessore". Lo afferma anche mons. Romà Casanova, attuale amministratore apostolico di Solsona, in un comunicato con l'annuncio della nomina, diffuso sempre lunedì:

“Il Santo Padre ha tenuto conto di questa Chiesa di Solsona nella sua ricca storia e nelle circostanze che abbiamo vissuto e sofferto in questi mesi, e ci ha donato un nuovo Pastore diocesano”, afferma Casanova. E l'arcivescovo di Tarragona, presidente della Conferenza episcopale Tarraconense, Joan Planellas, ha affermato che "data la situazione di questa diocesi, bisogna ringraziare Papa Francesco per la tempestività nella nomina del nuovo vescovo".

Conesa è nato a Elx nel 1961. Nel 2016 fu nominato vescovo di Minorca. Ha conseguito il dottorato in filosofia e teologia nel 1995 presso l'Università di Navarra, e ha insegnato in questo centro universitario dell'Opus Dei e nel seminario di Orihuela-Alicante. È specializzato in teologia fondamentale, filosofia del linguaggio - è autore del manuale Filosofia del linguaggio (Herder, 1998) - e filosofia della religione, temi sui quali vanta un'ampia produzione accademica.

Come tutti i suoi predecessori come vescovo di Minorca, è poi stato nominato vescovo in Catalogna: il maiorchino Miquel Moncadas, che nel 1977 fu nominato vescovo di Solsona; il catalano Antoni Deig, inviato a Solsona nel 1990; il catalano Francesc Xavier Ciuraneta, e i valenciani Joan Piris e Salvador Giménez, nominati successivamente vescovi di Lleida dopo il loro passaggio a Minorca.

Con Conesa si consolida nuovamente la quota dei vescovi valenciani in Catalogna. Si aggiunge ad Agustí Cortés (Sant Feliu), Enrique Benavent (Tortosa) e Salvador Giménez (Lleida). Quattro delle dieci diocesi catalane hanno ora un vescovo valenciano. E solo quattro dei vescovi catalani si sono formati nei seminari della Catalogna, una proporzione che non si registrava dal dopoguerra.