Salta al contenuto principale
Catalunya Religió Gio 10/03/2022

(ACN)  Il Congresso spagnolo ha approvato la “proposta non di legge” (PNL) del Partito socialista (Psoe) e del Partito nazionalista basco (Pnb) per indagare sugli abusi sessuali sui minori nella Chiesa attraverso una commissione indipendente di esperti legata al Difensore civico.

L'iniziativa alla fine ha ottenuto anche il sostegno del Partito popolare (PP), che inizialmente si era opposto a un'indagine incentrata esclusivamente sugli abusi nelle istituzioni religiose, nonché di Unides Podem, ERC ed EH Bildu, che avevano presentato un'iniziativa analoga per una commissione parlamentare d’inchiesta.

La PNL è stata approvata nella votazione di giovedì con 286 voti favorevoli, 51 contrari (Vox) e due astensioni.

Come spiegato in una conferenza stampa prima del voto, il Psoe ha accettato di fornire un "quadro normativo" alla commissione di esperti che le consentirà di "poter costringere" la Chiesa a "collaborare". Inoltre, il patto comporta che le vittime che lo desiderano possono comparire al Congresso. Prevedibilmente in Commissione Giustizia.

Con l'approvazione di questa PNL, il Congresso approva per la prima volta la creazione di uno strumento per indagare sugli abusi sessuali nelle istituzioni religiose.

Us ha agradat poder llegir aquest article? Si voleu que en fem més, podeu fer una petita aportació a través de Bizum al número

Immagine
Donatiu Bizum

o veure altres maneres d'ajudar Catalunya Religió i poder desgravar el donatiu.