Salta al contenuto principale
Catalunya Religió Ven 24/06/2022
Galeria d'imatges

(Blanquerna) La Fondazione Catalana per la Sindrome di Down (FCSD) e la Facoltà di Comunicazione e Relazioni Internazionali dell’Università Blanquerna hanno organizzato una conferenza sul giornalismo inclusivo in occasione del 10° anniversario di Èxit21, il quotidiano digitale della Fondazione.

La conferenza intitolata 'Il giornalismo che ci manca' ha presentato varie esperienze comunicative che hanno visto protagonisti persone con disabilità intellettiva e ha riflettuto sul modo in cui i media riferiscono sulla disabilità. La conclusione è stata chiara: le persone con disabilità intellettiva vogliono più riconoscimento sociale e mediatico e far sentire la propria voce: “Non aiutarmi. Ascoltami".

Míriam Díez, vice-decana per la Ricerca e le Relazioni Internazionali di Blanquerna, ha inaugurato la conferenza sostenendo la necessità di continuare a progredire nel campo dell'inclusione: “Credo che i media e le facoltà di comunicazione siano progrediti negli ultimi decenni sia nel modo di trattare la diversità che nell'inclusione degli stessi professionisti nei media. Ma ci sono ancora molti stigmi e stereotipi che devono essere infranti. E devono essere infranti nei media per poterli sradicare dalla società, e allo stesso tempo devono essere eliminati nella società per poterli eliminare anche dai media”.

 

Us ha agradat poder llegir aquest article? Si voleu que en fem més, podeu fer una petita aportació a través de Bizum al número

Immagine
Donatiu Bizum

o veure altres maneres d'ajudar Catalunya Religió i poder desgravar el donatiu.