Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

(Ateneu Universitari Sant Pacià) L’Ateneo Universitario Sant Pacià (AUSP) potrà contare a partire dall’anno accademico 2020-2021 su un nuovo istituto con il rango di Facoltà, che si aggiunge a quelle esistenti di Teologia, di Filosofia e di Storia, Archeologia e Arti cristiane Antoni Gaudí. Il cardinale Giuseppe Versaldi, Prefetto della Congregazione per l’Educazione cattolica, ha infatti firmato lo scorso 11 giugno i decreti per la costituzione canonica dell’Istituto di Liturgia “ad instar Facultatis”, integrato nell’Ateneo Universitario Sant Pacià. I decreti, indirizzati al cardinale Joan Josep Omella, arcivescovo d Barcellona e Gran Cancelliere dell’Ateneo, comprendono il documento di istituzione, gli statuti, l’elenco dei docenti e la nomina del primo preside, Gabriel Seguí i Trobat.

Il preside afferma che questo riconoscimento “suppone il consolidamento come centro universitario di portata internazionale”. Da parte sua, il rettore dell’AUSP, Armand Puig i Tàrrech, ha detto che la nuova istituzione rappresenta “un consolidamento delle facoltà ecclesiastiche e dell’Ateneo che le riunisce”. Ha anche rimarcato che la proiezione internazionale degli studi liturgici impartiti a Barcellona rappresenta “una realizzazione pratica della comunione tra le Chiese di Barcellona e altre di America e Asia che hanno bisogno di supporto nel campo della formazione liturgica superiore”.

L’alto riconoscimento vaticano alle istituzioni accademiche di Barcellona è il culmine di una lunga tradizione liturgica che inizia nel 1915. In quell’anno fu celebrato a Montserrat il I Congresso liturgico. La solida tradizione liturgica catalana ha donato alla Chiesa un bel gruppo di studiosi di rilievo internazionale, come il vescovo Pere TenaAlexandre OlivarJordi PinellPere FarnésJoan BellavistaJosé Aldazábal e Miquel dels Sants Gros tra gli altri.