Salta al contenuto principale
Catalunya Religió Lun 11/04/2022

(Bisbat UrgellL'arcivescovo di Urgell e co-principe di Andorra, Joan-Enric Vives, ha inviato una lettera di sostegno al presidente dell'Ucraina, Volodímir Zelensky, e di condanna dei brutali attacchi alla popolazione civile indifesa. Venerdì 8 ha ricevuto il Console Onorario dell'Ucraina ad Andorra, Antoni Zorzano Riera, con il quale Vives ha scambiato opinioni sulla situazione nel Paese europeo che sta vivendo un grave conflitto armato e sull’assistenza ai profughi nel Principato. Gli ha poi chiesto di trasmettere al Presidente dell'Ucraina la riconoscenza per la sua leadership e il sostegno di Andorra alla sua lotta per la libertà e la sovranità del suo paese. Zorzano è stato accompagnato dalla moglie all'incontro, al quale ha partecipato anche il rappresentante del Co-Principe Episcopale e Vicario Generale, Josep M. Mauri.

In una lettera datata sabato 9 aprile, Vives ha annunciato che farà "ogni sforzo per garantire che l'Ucraina riconquisti la pace ingiustamente strappata". Difende anche l'indipendenza e l'integrità territoriale dell'Ucraina e si unisce al rifiuto e alla condanna della guerra subita dal suo popolo. Ha anche condiviso "dolore" e "indignazione" per "aggressioni a persone indifese" e ha chiesto di indagare e punire i "crimini umanitari a Bucha, Kharkiv e Mariupol e in altre città".

Us ha agradat poder llegir aquest article? Si voleu que en fem més, podeu fer una petita aportació a través de Bizum al número

Immagine
Donatiu Bizum

o veure altres maneres d'ajudar Catalunya Religió i poder desgravar el donatiu.