Salta al contenuto principale
Catalunya Religió Mer 22/06/2022
Galeria d'imatges

(Vedruna) Il Palau Mercader di Barcellona ha ospitato la presentazione del nuovo master in Cultura Religiosa. Una formazione offerta congiuntamente dall'Università di Vic - Università Centrale della Catalogna (UVic-UCC) e dalla Fundació Vedruna Catalunya Educació (Fondazione Vedruna Catalogna Educazione - FVCE) e che inizierà a gennaio 2023.

Il corso mira a garantire che tutte le realtà educative abbiano un riferimento nella cultura religiosa. Cioè un insegnante con conoscenze e criteri di base per collegare in modo interdisciplinare un'area che va oltre la lezione di Religione Cattolica o di altre confessioni. Il corso affronterà la questione religiosa dal punto di vista dell'antropologia, della Bibbia, dell'arte e del patrimonio, della diversità religiosa e della pedagogia.

"Vogliamo contribuire modestamente all'alfabetizzazione religiosa del nostro Paese", ha detto suor Montserrat Espinalt, presidente della Fondazione. Questa istituzione ritiene che “la religione è una parte inseparabile della nostra società e della nostra cultura” e che “nella conoscenza e nell'esperienza del fatto religioso è molto più quello che ci unisce che quello che ci separa”.

Il nuovo corso post-laurea ha il sostegno della Direzione Generale degli Affari Religiosi (DGAR) del Governo della Catalogna. La direttrice, Yvonne Griley, ha ringraziato per l'iniziativa, che mette insieme "il rigore accademico dell'università e la vasta esperienza educativa di Vedruna". Il governo ribadisce che “la libertà religiosa è un diritto fondamentale che va rispettato” e che “non può essere rispettato se prima non si conoscono le diverse fedi e, appunto, ciò che le unisce”.

Us ha agradat poder llegir aquest article? Si voleu que en fem més, podeu fer una petita aportació a través de Bizum al número

Immagine
Donatiu Bizum

o veure altres maneres d'ajudar Catalunya Religió i poder desgravar el donatiu.