Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

(Departament de JustíciaQuasi metà della popolazione catalana, il 44,1%, afferma di avere una fede religiosa, in linea con i dati che emergono dal terzo “Barometro sulla religiosità e la gestione della sua diversità” pubblicato dalla Direzione generale degli Affari religiosi della Generalitat della Catalogna. Tuttavia, il fatto di essere credenti o meno non significa che una persona si possa identificare con una religione, sia pure per motivi di cultura o di tradizione.

Il sondaggio rivela che il 71% dei catalani si identifica con una religione: il 53% con il cattolicesimo, il 7% con il protestantesimo, il 4,3% sono islamici, l’1,3% ortodossi e l’1% testimoni di Geova. Il 18% si dichiara ateo e l’8,8% agnostico.

Altri dati emersi dallo studio sono che il 68,1% dei catalani non va mai a una cerimonia di culto; il 9,7% pratica una volta a settimana, il 5,3% qualche volta al mese, il 16,6 % una volta l’anno.

Secondo il barometro, la maggior parte dei catalani conosce l’esistenza della religione cattolica (97,2%), islamica (80,6%), evangelica o protestante (76,5%), dei testimoni di Geova (74,1%) e buddista (68,7%).

Un altro dato rivelato dalla ricerca è che il 94,5% degli intervistati non si è sentito discriminato negli ultimi due anni per motivi religiosi. Per quanto riguarda l’accettazione della diversità religiosa, la maggioranza dei catalani (87,3%) crede che ci siano rispetto e buoni rapporti tra le diverse confessioni.

La maggioranza degli intervistati (72%) si mostra anche favorevole a dare ai giovani formazione sulle diverse religioni. Ovvero, che si inserisca nel sistema educativo una nuova disciplina che insegni la religione dal punto di vista culturale e storico.

Questa è la terza edizione del Barometro, realizzato dalla Direzione generale di Affari religiosi e dal Centro Studi Opinioni sulla base di 66 domande rivolte a 1.600 persone maggiori di 16 anni. I risultati presentano poche variazioni rispetto alle due edizioni precedenti (2014 e 2016).