Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

Galleria di immagini

(Conferenza Episcopale Tarraconense)  Dal 17 al 19 luglio si è svolta a Salardú la 231ª riunione della Conferenza Episcopale Tarraconense (Cet), presieduta per la prima volta da mons. Joan Planellas i Barnosell, nuovo arcivescovo di Tarragona. Erano presenti tutti i membri. I vescovi hanno riflettuto sulla pastorale giovanile, a partire dalle relazioni di mons. Sergi Gordo e mons. Josep Mateu, direttore del Segretariato interdiocesano giovanile. Durante l’ultimo anno pastorale i delegati giovanili si sono riuniti ogni mese e hanno messo in atto diverse iniziative nell’ambito della comunicazione attraverso le reti sociali e il web. Mons. Mateu ha presentato il programma dell’anno 2019-2020 in cui hanno particolare rilevanza la Giornata per animatori giovanili in programma a Manresa nel prossimo mese di febbraio e il “cammino dei giovani” da Manresa a Montserrat nel periodo pasquale. Durante il prossimo anno pastorale i delegati giovanili lavoreranno per promuovere la ricezione dell’esortazione apostolica di Papa Francesco “Cristo vive”.

Mons. Joan-Enric Vives e mons. Joan Baburés, coordinatore della Commissione interdiocesana di Liturgia, hanno presentato la traduzione catalana finita della terza edizione modificata del Messale Romano. I vescovi l’hanno approvata all’unanimità e ora continuarà l’iter previsto per la conferma di questa traduzione da parte della Congregazione per il Culto divino e la disciplina dei Sacramenti.

Mons. Francesc Pardo ha presentato alcuni progetti avviati per commemorare il 25º anniversario della celebrazione del Concilio Provinciale Tarraconense del 1995 mentre mons. Enric Benavent, responsabile della pastorale missionaria della Cet, ha esposto le diverse attività che si porteranno a termine nel prossimo mese di ottobre nelle diocesi in occasione del Mese missionario straordinario indetto dal S. Padre Francesco per risvegliare la coscienza della missione “ad gentes” e incoraggiare la responsabilità missionaria di tutti i battezzati.