Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

(Jesuïtes) “Ci sono persone che, conoscendole, ti cambiano l’esistenza, anche se non le hai mai incontrate”. Per Enric Puiggròs, delegato dei Gesuiti in Catalogna, è il caso di Pedro Arrupe, superiore generale della Compagnia di Gesù tra il 1965 e il 1983, personaggio chiave nella storia recente di tutta la Chiesa e che è stato protagonista di uno dei periodi più emozionanti e difficili della storia contemporanea della Compagnia, nella seconda metà del XX secolo.

Per favorire l’accostamento a questa figura di quanti ancora non lo conoscono, Enric Puiggròs ha appena pubblicato in spagnolo ‘Arrupe. Audacia, amor y fuerza’ (“Arrupe. Audacia, amore e forza”), un racconto agile e dinamico che aiuterà il lettore a sapere chi fu Pedro Arrupe. Il libro è stato scritto in occasione del processo di beatificazione di Arrupe e per il desiderio di avvicinare la sua figura soprattutto ai giovani.

È una lettura che rappresenta anche un invito a continuare ad approfondire successivamente la vita di Arrupe attraverso le numerose ed eccellenti biografie esistenti.

Per l’autore, il talento di governo di Arrupe alla guida dei gesuiti ha supposto un invito all’audacia, al coraggio e soprattutto alla scelta di essere presenti alle frontiere del nostro mondo, difficili da attraversare, un invito particolarmente attuale.