Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

(CR) Sabato prossimo il nuovo nunzio apostolico in Spagna mons. Bernardito Auza parteciperà al suo primo evento pubblico in Catalogna. Il rappresentante del Papa assisterà all’Eucarestia che sarà celebrata alle 12 in cattedrale per imporre il pallio all’arcivescovo metropolita di Tarragona, mons. Joan Planellas.

Il pallio è l’ornamento liturgico di lana bianca che contraddistingue gli arcivescovi. Ogni anno, il 29 giugno Papa Francesco lo consegna ai nuovi metropoliti in Vaticano. Successivamente, il pallio viene imposto nelle rispettive diocesi durante una celebrazione abitualmente presieduta dal nunzio apostolico come rappresentante del Papa. A Tarragona si terrà il 21 dicembre. L’evento è aperto a tutti e sono attesi gli altri vescovi catalani.

Domenica scorsa l’arcivescovo Planellas ha dedicato la sua lettera settimanale a questo appuntamento. Invita ad assistere alla celebrazione eucaristica in cattedrale e spiega la storia di questo simbolo episcopale. Riprende anche le parole del S. Padre durante la celebrazione del giugno scorso in cui sottolinea che “il pallio è segno di unità e di comunione con la Chiesa di Roma e comporta l’estensione di questi legami di unità e di comunione con gli altri vescovi e con le Chiese vicine, in modo che, in unità pastorale, possiamo lavorare insieme e vivere la libertà del Vangelo”.