Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

Per saber-ne més

Enllaços relacionats

(CR) La Fondazione Migra Studium (che fa parte della rete del Servizio Gesuita per i Migranti, ndt) apre una comunità di accoglienza per migranti vulnerabili. Situata nel comune di Sant Cugat del Vallès, in locali ceduti dalla Compagnia di Gesù, la comunità aprirà i battenti in questo fine settimana. Dall’associazione affermano che di fronte alla situazione eccezionale causata dalla crisi sanitaria, occorre rafforzare le risorse già messe in campo. La comunità, che ospiterà fino a 10 persone, darà supporto alla Rete d’Ospitalità. Negli ultimi due anni oltre 60 persone sono state accolte da famiglie della Rete, per periodi di tre mesi. “Abbiamo una rete di famiglie molto generose che hanno continuato ad accogliere anche durante il confinamento” spiega Maria del Carmen de la Fuente, direttrice dell’ente. Con la pandemia le famiglie affidatarie hanno esteso il loro impegno. De la Fuente segnala che i ricoveri abituali sono pieni e c’è molta gente che dorme per strada. Questa situazione ha portato la Fondazione a cercare soluzioni eccezionali per dare le risposte necessarie.

La casa sarà avviata con l’ingresso di tre giovani attualmente ospitati in famiglie. A questi se ne aggiungeranno poi altri. Migra Studium ha anche aperto lunedì scorso un servizio di orientamento sociale e giuridico a Barcellona.