Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

Per saber-ne més

(CR) Papa Francesco ha indetto per questo ottobre il “Mese missionario straordinario”, per ricordare il centenario della lettera apostolica di Benedetto XV “Maximum Illud” che stabiliva le basi di un nuovo modo di intendere la missione nella Chiesa. In coincidenza con la Giornata missionaria mondiale (Domund), per la prima volta arriverà in Catalogna il “Treno missionario”, organizzato da Cristiani senza frontiere (Csf) e dalle delegazioni delle Missioni delle diocesi catalane. Dopo trenta edizioni in diverse città spagnole, sabato 19 si terrà a Montserrat una giornata di animazione missionaria. Il “Treno”, infatti, consiste in “incontri, preghiera, riflessione e celebrazioni nel segno della Giornata missionaria mondiale”. I partecipanti giungeranno in treno partendo dalla stazione della Cremagliera di Monistrol. Dopo il benvenuto si divideranno in gruppi di riflessione in base all’età, poi sarà celebrata l’Eucarestia e ci sarà l’incontro con l’abate.

Nel pomeriggio ci sarà l’opportunità di conoscere alcuni missionari e missionarie che offriranno la loro testimonianza. La giornata si concluderà con la “Festa dell’invio”, con canti e balli, come invito a “dare testimonianza di quanto si è vissuto in questa giornata nelle proprie comunità di appartenenza e con il proprio prossimo”. Sono stati invitati a partecipare bambini e giovani di scuole e gruppi parrocchiali ma anche membri di comunità religiose, sacerdoti, missionari e famiglie delle diverse diocesi catalane.