Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

(Claretians) Alcune famiglie di Vila de Gracia a Barcellona, di fronte al cambiamento culturale e tecnologico che stava vivendo la società di allora, sognavano una scuola che trasmettesse ai loro figli cultura e valori all’interno di un clima di responsabilità e dialogo. La comunità claretiana, radicata nel quartiere, e consapevole della nuova realtà, accettò la sfida di portare avanti questo progetto entusiasmante e innovativo che in questo 2021 compie 150 anni. Ma nel 1871 tutto andava fatto. Avevano solo una piccola stanza e come arredo qualche tavola: alcune servivano da banchi, altre per sedersi ecc.

Centocinquant'anni comprendono una storia di fiducia, dialogo e sostegno da parte di famiglie che hanno creduto nell'educazione che veniva offerta ai propri figli. E allo stesso tempo un lavoro responsabile di tutto il personale che ha plasmato la scuola per trovare metodologie adeguate e accompagnare gli studenti nella loro evoluzione intellettuale e socioaffettiva attraverso contesti ed epoche diverse, come spiega il centro educativo nella sua pagina web.

La scuola guarda al futuro con la stessa sfida di allora: educare gli studenti in modo integrale. Lo sintetizza così: "Aiutarli" ad aprire gli occhi "e scoprire il mondo che ci circonda. Un mondo di cui dobbiamo prenderci cura insieme, con una consapevolezza globale, con una sensibilità ecologica, senza dimenticare il rispetto, la solidarietà e l'impegno verso le persone che abitano questo pianeta che è la casa di tutti”. I responsabili sottolineano che lavorano per rispondere ai bisogni del momento presente tutti insieme come comunità educativa, con studenti, famiglie, insegnanti, PAS e claretiani.

“Sentendoci eredi dell'eredità di padre Claret, della sua visione cristiana della persona e del mondo. Guardiamo al futuro con fiducia, tutti insieme, consapevoli della nostra storia, fedeli alla nostra identità. Celebriamo questi 150 anni. Abbiamo un futuro ricco di storia", conclude la riflessione firmata da Josep Sanz, preside della scuola. L'organizzazione sta preparando diverse attività per celebrare questo importante anniversario con la comunità educativa, gli ex alunni e il quartiere che li ha visti crescere.