Salta al contenuto principale

notícies relacionades

omella-CEU

Omella: "Aprire canali per accogliere e integrare è un volano di trasformazione"

(Abat Oliba CEU)  Il cardinale arcivescovo di Barcellona, ​​​​Joan Josep Omella, ha partecipato al Seminario internazionale 'Immigrazione in Europa e Agenda del lavoro degno dell’Organizzazione internazionale del lavoro’ ospitato dall'Università Abat Oliba CEU. Nel suo intervento ha evidenziato il ruolo dell'università per un obiettivo come “l'apertura di canali per accogliere, accompagnare e integrare”.

Le organizzazioni cristiane si impegnano a combattere il razzismo per costruire un “noi sempre più grande”

(Plataforma Entitats Cristianes) La Piattaforma delle Associazioni cristiane con gli immigrati ha diffuso un comunicato sulla morte di quasi 50 persone nell’enclave di Melilla. Le organizzazioni riaffermano “la necessità di continuare a lavorare, giorno dopo giorno, instancabilmente, nella costruzione di una società in cui tutte le persone possano vivere insieme indipendentemente dalla loro origine, qualunque sia il colore della loro pelle”.

Aprire vie legali per raggiungere l'Europa, l'appello della veglia di preghiera 'Morire di speranza'

(Sant'Egidio) La Basilica dei Santi Martiri Giusto e Pastore di Barcellona si è riempita giovedì 30 della presenza di tanti profughi provenienti da diversi paesi per ricordare gli oltre 21.000 profughi che dal 2015 hanno perso la vita nel Mediterraneo o sulle rotte dell’immigrazione in Europa. Grande la commozione, soprattutto quando è stato ricordato l'inaccettabile massacro di 37 profughi uccisi, con molti altri feriti, al confine di Melilla, venerdì 24 giugno.

La Caritas sfratta? Ecco la verità

(Laura Mor –CR) Mercoledì scorso c'è stato movimento su Via Pons i Gallarza a Barcellona. Il sindacato inquilini del quartiere Sant Andreu si è mobilitato per fermare lo sgombero di una famiglia che vive in una casa del quartiere. Questa volta, però, dietro lo sfratto non c'è nessun fondo di investimento o fondo immobiliare speculativo, ma la Fondazione per l’edilizia sociale, che assiste le famiglie della Caritas diocesana di Barcellona, ​​Terrassa e Sant Feliu. Chi sono, come funzionano e perché hanno preso una decisione così controversa?

Tarragona dona due edifici diocesani per l'accoglienza dei profughi

(Arquebisbat de Tarragona) L'arcivescovo di Tarragona, Joan Planellas, ed Eduard Llop, rappresentante dell'ONGD Coopera, hanno firmato un accordo per la cessione gratuita di due grandi edifici di proprietà dell'Arcidiocesi di Tarragona, il Seminario di Tarragona e la Casa di ritiri Cardenal Arce a La Selva del Camp.

Suor Lucía Caram raccoglierà 200 profughi in aereo: "La disperazione non può aspettare"

(ACN)  La crisi umanitaria della guerra in Ucraina richiede “un'azione rapida perché la disperazione della gente non può aspettare”. È il parere di suor Lucía Caram, che, insieme a Josep Santacreu, Òscar Camps, fondatore di Open Arms, e il fondatore dell'associazione 'Messaggeri di Pace', Padre Angel, hanno organizzato per questo sabato un volo privato per Varsavia per portare 200 rifugiati in Catalogna.

2400 persone partecipano al progetto sociale della Torre di Maria

(Sagrada Família) La scultura collettiva del progetto sociale per celebrare l’inaugurazione della Torre della Madonna è stata inaugurata lunedì sera nella Sagrada Familia. Si tratta di un’iniziativa promossa da Fundació Artenea, Apropa Cultura e dal Comune di Barcellona in occasione dell’inaugurazione della nuova torre della basilica.

“Ogni portone è importante” la nuova campagna di Natale di Caritas Catalogna

(Càritas Catalunya) Con il motto “Questo Natale ogni portone è importante” le 10 Caritas catalane tornano a riunire le forze per la campagna di Natale di quest'anno. La campagna, che sarà presente sui principali mezzi di comunicazione catalani per tutto il mese di dicembre, è un appello alla collaborazione economica della cittadinanza, per mettere in pratica la generosità con le persone che si trovano nelle situazioni più precarie di una società ferita, molto più povera, fragile e vulnerabile.

Veure la fe