Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

(Arquebisbat de Tarragona) In data 3 giugno 2020 l’arcivescovo Joan Planellas ha nominato i nuovi membri dell’Ufficio di prevenzione e protezione abusi. Un servizio che risponde alle disposizioni di Papa Francesco nel motu proprio ‘Vos estis lux mundi’ e agli orientamenti della Conferenza episcopale spagnola. Vuol essere un mezzo per il riconoscimento, la protezione e l’aiuto alle vittime e alla prevenzione di questo tipo di abusi nella Chiesa. In tal modo si implementa la prima commissione per la prevenzione degli abusi creata l’anno scorso.

In questa linea, l’Arcidiocesi informa che alcuni mesi fa sono iniziati alcuni accertamenti su due sacerdoti, Francesc Xavier Morell e Josep Maria Font, motivati dalla volontà dell’arcivescovo di chiarire, di fronte a notizie circolate, se fosse fondata un’azione penale nei loro confronti. La conclusione è che non si sono riscontrate azioni delittuose che, canonicamente, portino a un’incriminazione.

Ciò nonostante, il nuovo arcivescovo, impegnato a garantire la completa trasparenza in questo ambito, lo scorso 25 febbraio ha trasmesso tutte le informazioni in possesso dell’Arcidiocesi e le indagini fatte su questi due preti, alla Procura perché, qualora lo ritenesse necessario, possa condurre le opportune investigazioni.

L’arcivescovo con sincera volontà di massima pulizia in questioni gravi come sono i possibili delitti su minori, vuole collaborare pienamente come primo interessato perché si impongano la verità e la giustizia. Allo stesso tempo chiede che, se non si dimostra il contrario, sia rispettata in ogni momento l’onorabilità di questi due sacerdoti.