Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

(Bisbat de Lleida) La diocesi di Lleida ha istituito il Servizio diocesano di assistenza alle vittime di abusi su minori e adulti vulnerabili. Salvador Giménez, vescovo di Lleida, ha firmato lo scorso 30 aprile il decreto che ufficializza la creazione di questo servizio per assistere le presunte vittime di abusi sessuali o di qualsiasi altro genere da parte di membri della Chiesa cattolica.

Papa Francesco ha firmato il 7 maggio 2019 il Motu Propio 'Vos estis lux mundi', che obbliga tutte le diocesi, singolarmente o in gruppo, a creare un ufficio di assistenza alle vittime o un meccanismo che svolga questa funzione, entro il 31 maggio 2020. In questa linea, il decreto del vescovo Salvador stabilisce che il Servizio sarà formato da quattro professionisti: uno dell’ambito educativo, uno di quello sanitario, uno del diritto e uno della psicologia. I membri saranno nominati dal vescovo e avranno il compito di ascoltare e accompagnare le persone che vi facciano ricorso.

Una volta che le presunte vittime abbiano esposto il loro caso davanti a questo Servizio diocesano, i loro responsabili presenteranno un’informativa al vescovo, proponendo le azioni più opportune da mettere in atto. Il Servizio lavorerà in maniera indipendente dalla struttura diocesana. Saranno attivi un numero di telefono e un indirizzo di posta elettronica per favorire il contatto diretto e riservato delle persone che si ritengano vittime di abusi.