Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

(CR) Caritas Catalunya denuncia le difficoltà che i diversi Uffici Stranieri in Catalogna e la Polizia nazionale stanno ponendo ai migranti per avviare le procedure di immigrazione come pure l’iscrizione della residenza.

In un comunicato, il gruppo delle Caritas catalane ha evidenziato anche le difficoltà nell’ottenere appuntamenti. Questo problema c’era già prima della pandemia e ha come conseguenza che quanti hanno avuto un’offerta di lavoro non possano avviare le pratiche necessarie. Situazione che comporta il rischio di ritrovarsi in condizioni di sopraggiunta irregolarità.

Caritas Barcellona due settimane fa aveva denunciato che il rischio di esclusione sociale si triplica per i migranti rispetto agli altri, una situazione che aggravata da quelle “frontiere invisibili” che rendono ancora più difficile la regolarizzazione amministrativa.