Salta al contenuto principale
Catalunya Religió Lun 12/09/2022
Missa diada 2022
Galeria d'imatges

Jordi Llisterri -CR La Messa della Diada (la festa nazionale della Catalogna, ndt) nella Basilica di Santa Maria del Mar a Barcellona è una tradizione. Questo 11 settembre è stata presieduta dall'abate emerito di Montserrat, Josep M. Soler, che ha difeso l'amore per la patria come una delle componenti della vita cristiana. Il Concilio Vaticano II ha chiesto "che i cittadini coltivino, con magnanimità e lealtà, l'amore per la Patria" e "sempre in considerazione del bene della famiglia umana". In occasione del 75° anniversario dell'intronizzazione de La Moreneta (la Madonna di Montserrat, ndt), l'abate emerito ha evidenziato cosa si può recuperare oggi da quegli atti di riconciliazione guidati dalla Chiesa dopo la Guerra Civile. Tra l'altro, che “lavoriamo per una Chiesa - pastori e fedeli - radicata nel Paese e nella sua cultura, al servizio dei piccoli e dei poveri”. Allo stesso tempo "che dalla diversità di opzioni sappiamo lavorare insieme a ciò che è meglio per il nostro popolo" e che "l'amore per la Catalogna ci faccia superare le divisioni e i conflitti attraverso un dialogo franco e rispettoso".

L’invito della Lega Spirituale di Nostra Signora di Montserrat a partecipare alla celebrazione si è consolidato negli ultimi anni in termini di presenze. Hanno partecipato il ministro Jaume Giró, che da anni è presente alla celebrazione, la direttrice generale degli Affari religiosi, Yvonne Griley, e il direttore generale di Prospettive estere, Joan Maria Piqué. L'ex ministro Quim Forn e lo storico Lluís Duran, membri del consiglio di Òmnium, sono alcuni dei rappresentanti delle associazioni che pure hanno anche alla Messa. Essendo domenica, quest'anno i sacerdoti concelebranti sono stati meno del solito.

"La Patria non la scegliamo, ci viene data alla nascita come realtà spirituale”

L'abate emerito ha incentrato la sua omelia sul Vangelo della domenica, la parabola del figliol prodigo. Ha riflettuto sul perdono e sulla gioia di Dio quando trova chi era perduto: "Dio non disprezza mai un cuore pentito".

Nella sua riflessione sull'amore per il Paese, ha ricordato che “la Patria non la scegliamo, ci viene data alla nascita come realtà spirituale”. Ciò porta i cristiani a dover “essere corresponsabili nella ricerca del bene comune dal momento che l'impegno civico è parte integrante della vita dei discepoli di Gesù Cristo”. Si concretizza, tra l'altro, nel rispetto della pluralità delle opzioni o nel lavoro per una società giusta e per un'economia equilibrata ed ecologica. Come anche nella necessità di conoscere “la storia del nostro popolo” e “coltivare amorevolmente la lingua e parlarla correttamente; dobbiamo conoscere la nostra ricca letteratura, che, insieme alla storia, ha forgiato l'anima del nostro popolo”. "Amare la Patria non è solo un sentimento, è un impegno a cercare il meglio per i suoi cittadini, è favorire che i conflitti possano essere risolti attraverso un dialogo sincero pensando al bene comune ed è anche decidere il futuro collettivo attraverso processi democratici e pacifici", ha concluso.

Al termine della messa, il presidente della Lega Spirituale, Carles Armengol, ha ringraziato l'abate emerito per la partecipazione e il sostegno dato all'organizzazione durante il suo mandato abbaziale, concluso un anno fa. Ha anche invitato i partecipanti a sostenere e aderire alla Lega Spirituale.

L'Eucaristia si è conclusa con la recita dei partecipanti della Visita Spirituale alla Vergine Maria di Montserrat del vescovo Torres i Bages, che chiede di “togliere dalla Catalogna lo spirito di discordia e riunire tutti i suoi figli in un cuore di fratelli”. L'evento si è concluso con il canto del Virolai (l’inno dedicato alla Madonna di Montserrat, ndt).

 

📸 El conseller #JaumeGiró assisteix a la missa de la #Diada a la basílica de Santa Maria del Mar de Barcelona, organitzada per @LaLligaCAT. Es va fer per primer cop el 1886, en record de les persones que van morir l'11 de setembre de 1714, en defensa de les llibertats catalanes. pic.twitter.com/bQKeGfzrhR

— Economia i Hisenda (@economiacat) September 11, 2022

Des de 1886 i en ocasió de la Diada Nacional de Catalunya es celebra una missa en memòria dels qui han lliurat la vida al país. La Lliga Espiritual de la Mare de Déu de Montserrat ha mantingut aquest tradició que, avui, novament s’ha complert. @YvonneGriley hi ha assistit. pic.twitter.com/7adgftyvMA

— Afers religiosos (@afersreligiosos) September 11, 2022

 

Us ha agradat poder llegir aquest article? Si voleu que en fem més, podeu fer una petita aportació a través de Bizum al número

Immagine
Donatiu Bizum

o veure altres maneres d'ajudar Catalunya Religió i poder desgravar el donatiu.