Voleu rebre les notícies?

Subscriviu-vos al butlletí gratuït

(Jesuïtes) Formare un coro di 500 persone nella Sagrada Familia per celebrare l'anniversario della conversione di Ignazio di Loyola. Era questa la proposta dei gesuiti della Catalogna per il prossimo 12 marzo. Quello che non si aspettavano era che le iscrizioni si sarebbero completate in meno di una settimana. “Sapevamo che era possibile riunire questo numero di persone. Ma ci ha sorpreso di esserci riusciti in così poco tempo” afferma il delegato dei gesuiti in Catalogna Enric Puiggròs. “È stata un'esplosione di voglia, di desiderio di partecipazione che ci ha sorpreso enormemente”.

Lo scorso 2 novembre è stata lanciata la proposta e in pochi giorni il coro era al completo. Rimangono solo pochi posti da basso.

Sarà una delle celebrazioni principali promosse dalla Compagnia di Gesù in Catalogna in occasione dell'Anno Ignaziano. “Poterlo celebrare tutti insieme in forma partecipativa ci ha dato l'idea del coro ‘500 voci per 500 anni’”, spiega Puiggròs. Sottolinea anche che “l'iniziativa nasce dal desiderio di creare uno spazio partecipativo che ci permetta, dopo il periodo di grande sofferenza rappresentato dalla pandemia, di poter dire che la vita va avanti nonostante le difficoltà”.

“Non c’è luogo più adatto, anche per la capienza, della Sagrada Familia. Ci farà piacere poter ricordare un avvenimento unico”. La data del 12 marzo coincide, inoltre, con il quattrocentesimo anniversario della canonizzazione di sant'Ignazio e la Compagnia di Gesù lo commemora in tutto il mondo.

Il desiderio dei gesuiti è che sia una celebrazione partecipativa, festosa e semplice. Il coro sarà formato da 500 persone di diverse età e provenienze a dimostrazione della varietà della famiglia ignaziana.