Pestanyes primàries

Duello a Kansas City. Il vescovo “impresentabile” che sfida i progressisti. Il National Catholic Reporter, giornale liberal “la pianti di dirsi cattolico”

Dij, 31/01/2013 per

Per la prima volta nella sua storia il Catholic Kay, la storica rivista della diocesi di Kansas City-Saint Joseph (ventisette contee nello stato del Missouri), è andata a ruba.

In prima pagina, infatti, c’è un attacco frontale firmato dal vescovo Robert William Finn, 59 anni, contro quella che è probabilmente la più prestigiosa rivista cattolica di area progressista americana, il National Catholic Reporter, che tra l’altro ha la sua sede principale proprio nel cuore della città di Kansas City.

Llegeix +

Ora il Papa twitta per la vita (e contro la politica di Obama)

Dg, 27/01/2013 per

Il cambio di rotta è stato ufficializzato l’altro ieri, alle due del pomeriggio. @pontifex, ovvero l’account di Papa Ratzinger su Twitter, ha per la prima volta cinguettato 140 caratteri diversi dal solito.

Non più citazioni «evangeliche», ma un messaggio che apre alla volontà di entrare in battaglia su quei temi che il suo stesso pontificato ha definito «non negoziabili».

Llegeix +

Dossettiani al lavoro contro la “damnatio memoriae” del padre fondatore

Dc, 23/01/2013 per

L’inedito è pronto per essere pubblicato in formato e-book. Si tratta dell’ultima lezione che lo storico Giuseppe Alberigo tenne nel 2001 all’Università di Bologna. Con uno strappo al programma egli la volle dedicare al suo maestro, il giurista vicario diocesano e monaco Giuseppe Dossetti. Lo presentò come uomo in perenne ricerca, mai soddisfatto dello status quo e, dunque, sempre pronto a spingere la chiesa, e anche la società, a quella che egli riteneva essere una necessaria riforma, per dare attuazione alle spinte del Concilio Vaticano II.

Llegeix +

L’ultimo guaritore. Faceva camminare gli storpi e ridava la vista ai ciechi. In un libro l’incredibile storia di padre Matteo La Grua

Dg, 20/01/2013 per

Era il 15 giugno dello scorso anno quando un grandissimo guaritore lasciava questo mondo: padre Matteo La Grua, prete siciliano padre spirituale del movimento ecclesiale Rinnovamento nello Spirito, «braccio operativo» di Dio su questa terra.

Llegeix +

L’endorsement a Monti della chiesa non era così. Ma al Papa il prof piace. Parla Gian Maria Vian

Ds, 19/01/2013 per

Il 27 dicembre scorso un articolo sull’Osservatore Romano del notista politico Marco Bellizi intitolato “La salita in politica del senatore Monti” sembrava lanciare l’appoggio del Vaticano e della chiesa italiana per il rassemblement di centro guidato da Mario Monti. Scriveva, infatti, l’Osservatore: “L’espressione ‘salire in politica’ usata da Monti è stata accolta con ironia, in qualche caso con disprezzo”, ma in realtà è “un appello a recuperare il senso più alto e più nobile della politica”.

Llegeix +

La chiesa tedesca, ravveduta, ha chiuso con l’inquisizione

Dv, 18/01/2013 per

C’era mezza Germania ieri sera davanti al talk-show “Beckmann”, dalle 22.45 sulla prima rete pubblica Ard. Tutti incollati ai teleschermi per guardare il duello fra colui che è divenuto il grande accusatore della chiesa cattolica, il criminologo Christian Pfeiffer, e il segretario della Conferenza episcopale del paese, il padre gesuita Hans Langendoerfer.

Llegeix +

“Come Enrico VIII”. Il clero inglese teme le discriminazioni delle nozze gay

Dc, 16/01/2013 per

Lo scontro rischia di divenire senza soluzione. Da una parte la chiesa cattolica, dall’altra il governo del conservatore David Cameron “reo” di volere le nozze gay – ovvero di aver dichiarato che sarà presentata il prossimo febbraio in Parlamento la proposta di legge sulle unioni fra persone dello stesso sesso.

Llegeix +

Le semplificazioni sulla politica della “rilevanza cattolica” di Ruini

Dg, 13/01/2013 per

Nel suo studio in cima al colle Vaticano, oltre le mura leonine, sede del seminario minore di Roma, al cardinale Camillo Ruini hanno mostrato gli articoli di giornale che ne parlano come colui che ha spinto per staccare la spina dell’appoggio del mondo cattolico a Mario Monti. Ha letto e ha sorriso di gusto: “Non c’è nulla di più falso”. “Come falso – spiega il vaticanista Sandro Magister – è il profilo di un Ruini che, filoberlusconiano un tempo, lo è ancora oggi”.

Llegeix +

Elezioni 2013, la grande fuga dei cattolici dai valori non negoziabili

Dg, 13/01/2013 per

Dice Natale Forlani, ex portavoce, che alla fine il raduno di Todi “è servita solo a far candidare qualcuno nella lista Monti, un po’ poco”. Una semi verità perché in realtà, inconsapevolmente, Todi è servita anche ad altro. A far sì che oggi, di fatto, i cattolici siano più dispersi di prima e soprattutto siano senza dimora politica quei “valori non negoziabili” di ratzingeriano imprimatur. Dopo il raffreddamento con la “casa” berlusconiana, i cattolici hanno puntato sul rassemblement nato intorno a Monti, che li definisce valori “importanti”.

Llegeix +

Il mistero del passo indietro di Riccardi, il cattolico che non si candida

Dij, 10/01/2013 per

Perché Andrea Riccardi, fondatore di Sant’Egidio e storico della chiesa prestato al governo tecnico, non si candida con Mario Monti? Perché dopo aver lanciato lo scorso novembre, sul palco del teatro De Paolis a Roma, il gran rassemblement di centro insieme a Luca Cordero di Montezemolo, ad Andrea Olivero allora ancora presidente delle Acli, al presidente della provincia di Trento Lorenzo Dellai e al segretario della Cisl Raffaele Bonanni, si è chiamato fuori?

Llegeix +

Pàgines

Subscriure a