Pestanyes primàries

Il segno dell’esorcista, capitolo primo

Dg, 17/03/2013 per

Padre Amorth torna con sconvolgenti racconti inediti scritti ancora una volta con Paolo Rodari. “Il segno dell’esorcista” è il titolo del suo ultimo appena uscito: casi di possessione fra i più duri, lunghi e difficili.

Llegeix +

«Riforme? Lasciamole al nuovo Papa. E ora la curia si metta al suo servizio”

Dij, 14/03/2013 per

Le luci su San Pietro si sono spente da poco. Francesco ha fatto ritorno in Santa Marta. Poco oltre le murta leonine, nel seminario minore romano in cima al colle vaticano, Camillo Ruini, 82 anni, presidente emerito dei vescovi italiani, è comosso per un’elezione «inaspettata».

Llegeix +

Anticipazione. “Il segno dell’esorcista” su Repubblica

Dc, 13/03/2013 per

È uscito ieri in libreria l’ultimo libro di padre Gabriele Amorth con Paolo Rodari, “Il segno dell’esorcista“, edizioni Piemme. Amorth racconta i suoi due casi più difficili con delle riflessioni inerenti ciò in cui egli crede. Ecco l’estratto uscito oggi su Repubblica.

Llegeix +

“Il segno dell’esorcista”. Il ritorno di padre Gabriele Amorth con Paolo Rodari

Dm, 12/03/2013 per

«Satana è odio. Dio è amore. Le mie parole sono fuoco».
Padre Gabriele Amorth

Da oggi in tutte le librerie, edizioni Piemme

Lo trovi anche qui

Llegeix +

Conclave, anche gli Usa in corsa. È Dolan il candidato ombra

Dll, 11/03/2013 per

Gli americani non si sono ritirati dopo il sacro bavaglio imposto loro dalla Curia romana. Annullati i briefing con la stampa in obbedienza al volere del decano del collegio cardinalizio (Angelo Sodano) e del camerlengo (Tarcisio Bertone), hanno continuato silenziosamente a tessere la tela per un nome interno, un candidato già considerato papabile all’annuncio della rinuncia di Ratzinger ma poi tenuto volutamente nell’ombra vista l’ascesa di Angelo Scola.

Llegeix +

“Prima le riforme, inutile bruciare i tempi. E a Ratzinger dirò di non farsi usare”. Ecco il manifesto di Walter Kasper a un passo dal conclave

Dij, 7/03/2013 per

«Questo è il tempo di una lunga riflessione. Le cose andranno diversamente rispetto a quando venne eletto Joseph Ratzinger nel 2005. Questo conclave va preparato con calma. Fra noi cardinali quasi non ci conosciamo. C’è bisogno di tempo. Non c’è fretta, l’“extra omnes” può attendere per ora».

Llegeix +

Incontri segreti, pranzi a Borgo Pio. Così i porporati a stelle e strisce ignorano la consegna del silenzio

Dm, 5/03/2013 per

«Un Pontefice statunitense, proveniente dalla superpotenza americana, incontrerebbe molti ostacoli nel presentare un messaggio spirituale al resto del mondo». Sono state queste parole, pronunciate qualche giorno fa dall’arcivescovo di Washington Donald Wuerl, a liberare definitivamente i cardinali statunitensi da ogni paura e timidezza.

Llegeix +

Amorth, la versione paperback, e l’attesa per il nuovo libro

Dij, 28/02/2013 per

Uscirà il 12 marzo il nuovo libro di padre Gabriele Amorth con Paolo Rodari. Edizioni Piemme, si chiamerà “Il segno dell’esorcista” e raccoglierà le sfide più difficili che il noto esorcista ha dovuto affrontare insieme a delle sue riflessioni sulla fede, su ciò che aspetta ogni uomo dopo la morte, e sulla battaglia spirituale che ognuno deve combattere in questa vita.

Llegeix +

Cosa dice Julián Herranz del suo dossier su Vatileaks

Dij, 28/02/2013 per

Si è parlato molto in questi giorni del dossier segreto redatto dai tre cardinali incaricati dal Papa di indagare sulla fuga di notizie riservate della scorsa primavera, il cosiddetto “Vatileaks”. Su quanto e come questo dossier influenzerà il conclave. Il responsabile di questa commissione, il cardinale Julián Herranz – membro dell’Opus Dei, esperto in Diritto Canonico, medico e psichiatra – ne ha parlato ufficialmente una sola volta, in questa intervista rilasciata il 19 febbraio al Pais.

Llegeix +

Cardinale George Cottier: «Più preghiera, meno intrighi. Benedetto XVI ci invita alla penitenza»

Dc, 27/02/2013 per

George Cottier, domenicano, cardinale svizzero e teologo emerito della Casa Pontificia, ha trascorso una vita oltre il Tevere, a leggere e correggere da un punto di vista dottrinale i testi ufficiali redatti da Giovani Paolo II prima, da Benedetto XVI dopo.

Llegeix +

Subscriure a